La DOCG

Tullum, una delle più piccole DOCG d’Italia, insiste su un territorio molto specifico e limitato: il comune di Tollo, in provincia di Chieti in Abruzzo. Con la vendemmia 2008 è nata Tullum, la prima DOP territoriale dell’Abruzzo. Tra il 2011 e il 2013 è stato svolto uno studio di zonazione da parte della facoltà di Agraria di Milano che ha premesso di qualificare ulteriormente il territorio. Grazie allo studio, realizzato sotto la guida del professor Attilio Scienza, si è passati dalle 14 tipologie di vino allora presenti nella DOP Tullum alle 4 tipologie attualmente presenti nella DOCG Tullum. Le conoscenze scientifiche dello studio di zonazione unite all’impegno e all’amore dei suoi produttori hanno portato Tullum, in soli 10 anni, a evolversi da DOP a DOCG.Il passaggio è avvenuto il 4 luglio 2019, una data storica che ha sancito l'evoluzione della Denominazione di Origine Protetta dei vini «Terre Tollesi» o «Tullum» alla Denominazione di Origine Controllata e Garantita, il gradino più alto nella piramide qualitativa del vino italiano. Un traguardo che rappresenta un importante riconoscimento ai produttori di Tollo che vedono premiato l’impegno e la passione di un territorio da sempre vocato alla produzione di vino di altissima qualità.

La DOCG Tullum in numeri

Aziende che rivendicano la DOCG: 3Vignaioli che producono la DOCG Tullum: circa 40Imbottigliatori della DOCG Tullum: 2Export: circa 20%
2017 2018
Ettari rivendicati  18.80 ha 18.05 ha